15/06/11

RISCATTO

14-09-2010

S’affollano intorno
uomini soli.

S’afferrano forti a cocci vaganti
Ansimando
corrono e vanno in corsi e ricorsi
e più in là deviano il corso.

Schiavi di una mela rubata
si gravano i fianchi di macigni crescenti.
Espiano colpe uccidendo colpevoli
non ancora scoperti.

Sfidano il tempo ,si stracciano il volto
imprecano il cielo che hanno oscurato.

E nel vuoto che sale
nel la sera che depone il dolore
odo il silenzio che invoca parola
che dica chi siamo
che gridi
che siamo caduti
ma ancora possiamo volare.

E dilegui di nuovo quel freddo che gela
la fiamma nel cuore.

E.Polatti

DIPINTO di Nicola Cincera

copyrigtht 2011 Gruppo Editoriale s.r.l. Acireale -Roma