02/01/16




Scende senza fretta la neve
Volteggiando
si impiglia tenerezza bianca
sui rami
Ricami sui vetri
candida veste sull' opaco del mondo
E ancora
è battesimo dall'alto
Sabe 2016


11/01/15

Dove ci poterà la Logica di azione reazione?

Quello che  fa paura, memore della Storia del secolo scorso, è il fatto che si stia diffondendo sempre più un clima di paura di chisura e che, invece di smorzare, si tende ad  acuire e generalizzare  le contrapposizioni tra occidente ed oriente, tra sistemi politici e fedi religiose.
Questo crea un substrato di paura di sospetto di ostilità che va poi ad  alimentare l'insodisfazione dei cittadini europei già minati dalla crisi economica .Nacono cosi le generalizzazioni gli stereotipi, i pregiudizi .
Enfatizzando le normali contrapposizioni fra i gruppi sociali,facendo di ogni erba un fascio,ci si allontana sempre di più dall'equilibrio del giudizio e si rischia  la creazione di  capri espiatori ad hoc .
La stessa strategia,da parte opposta, viene fatta propria,dai gruppi integralisti  fomentando l'odio per il mondo occidentale identificato con Satana .
Questa temperie psicologica è altamente esplosiva ma, chi ne farà le spese non saranno ancora una volta quelli che manovrano sotto, quelli che seminano la violenza e il terrorismo di azione o reazione , ma le persone comuni ,quelle che vorrebbero vivere in pace ,avere un lavoro ,sentirsi salvaguardate dallo Stato, quelle che non sono nate con la paura del vicino accanto, quelle che continuano ad ostinarsi a credere che l'onestà, l'altruismo ,l'apertura al diverso sia lo stato che fa dell'individuo un essere pienamente  umano.
.La realtà ci dice che I poteri forti  ancora una volta remano contro .
Il mondo globalizzato per mantenere l'equilibrio non può prescindere da quello delle sue  parti e quando questo si spezzerà per troppo egoismo, per il prevalere degli interessi economici e finanziari di parte , non meravigliamoci di ritrovarci tutti uno nemico dell'altro .
A voi lo scenario , che non vorrei da Apocalissi ..

Sabe E.P.

10/01/15

RECIPROCITA'-TOLLERANZA



Spesso sento dire che non si può essere tolleranti con chi non accetta la reciprocità :"vogliono moschee da noi ma non accettano le nosre chiese da loro " 
Voglio fare una piccola digressione storica per chiarire e iluminare forse, queste affermazioni. 
L''occidente ha maturato una storia diversa dal mondo islamico Se in occidente si è
passati dall'assolutismo alla democrazia, dalla alleanza trono altare
come norma alllo Stato formalmente laico e democratico ,là si è avuta
un'involuzione che ha portato per lo più alla costruzione di Stati teocratici intolleranti non solo verso lo straniero ( e qui bisognerebbe aprire una parentisi sugli interessi
economici e strategici che stanno alla base ) ma anche nei confronti dei loro cittadini o meglio sudditi cui non vengono riconosciute le fondamentali libertà .L'islam conquistatore della Spagna e della Sicilianon era affatto intollerante ,molto meno, e la storia ne è testmone, dei cattolici intransigenti che fecero stragi di albigesi e moriscos.
Tutto questo va tenuto in considerazione quando si parla di reciprocità che non è un dato acquisito visti i forti dislivelli socio politici fra questi due mondi .

La cautela e il non fomentare l'odio anti islamico , ma cercare di promuovere gli strati non integralisti e più aperti del mondo islamico e sono ampi ,credo sia il terreno su cui può costruire una reciprocità nella diversità e un equilibrio mondiale per il bene di tutti

Sabe