19/12/11

Solstizio d'inverno

Sovrano è il silenzio nel tempo che tocca i contrari
Il mondo è come sospeso
E pare che attenda nel gelo
ma quando di nuovo raggiato
Tu risali dal basso
squillante riesplode l’antico vigore.

Non vedo più tracce di sgomento e paura ma raggi di stelle
E occhi di sole.

Con noi hai varcato compagno la soglia dei giorni
schiodando con forza dagli assi del mondo le braccia costrette.

A lungo hai camminato gravato del peso raccolto
ma sei andato lontano foderando la terra del tuo cielo cobalto
ché non grondassero i cuori all’urlo del sangue sul mondo

E ora sei qui senza più Storia per tracciare bambino
nuovi archi di luce nei giorni.

Soffio di fuoco che sempre ritorni
in Te confidiamo
A te ci affidiamo
A te che solo trafiggi la morte
E sostieni di nuovoper noi il respiro del cosmo..

Eli